Aritmologia in Campania

Elettrostimolazione Cardiaca

Il Loop Recorder Impiantabile (ILR)

Il Loop Recorder Impiantabile (ILR) è un dispositivo sottocutaneo utilizzato per diagnosticare i disturbi del ritmo cardiaco.
Tali dispositivi, disponibili sin dagli anni ’90, sono stati migliorati e miniaturizzati nel corso degli ultimi anni, e sono divenuti strumenti essenziali per la diagnosi delle aritmie cardiache infrequenti in diverse condizioni cliniche, in particolare in caso di sincopi e palpitazioni inspiegate.

I dispositivi di ultima generazione sono dotati di sofisticati algoritmi in grado di rilevare episodi di fibrillazione atriale. Questa nuova opportunità può fornire ai medici uno screening sistematico del ritmo cardiaco con possibili effetti sulla gestione della terapia antiaritmica e anticoagulante del paziente, dopo interventi di ablazione transcatetere o dopo ictus criptogenico.

Il Loop Recorder Impiantabile (ILR) viene inserito nel sottocute attraverso il confezionamento di una piccola tasca chirurgica, l’impianto si effettua ai pazienti durante un breve ricovero o addirittura in day-hospital, e non prevede particolari limitazioni nei giorni successivi alla procedura.

Il Loop Recorder Impiantabile (ILR) è basato sulla registrazione di tracciati elettrocardiografici mediante un dipolo ottenuto costituito due elettrodi inseriti direttamente nella cassa del dispositivo. I registratori ILR sono dotati di una memoria retrospettiva (loop recorder memory), attraverso la quale registrano il tracciato ECG in continuo e memorizzano a posteriori solo alcuni segmenti di registrazione. La memorizzazione avviene sia in caso di sintomi, quando il paziente attiva manualmente il registratore tramite uno speciale telecomando, che automaticamente, nel caso il dispositivo rilevi la presenza di aritmie predefinite.

La capacità di archiviazione interna dei tracciati ECG è variabile a seconda dei dispositivi: una volta esaurita tale capacità, per poter memorizzare nuovi tracciati, vengono via via cancellati i tracciati registrati in tempi meno recenti, di cui rimane disponibile solo un breve file di testo. 

L’interrogazione degli ILR, molto importante ed irrinunciabile, avviene in ambulatorio tramite i classici programmatori che servono per il controllo dei dispositivi cardiaci impiantabili (pacemaker e defibrillatori) o può essere effettuata in remoto qualora il paziente sia dotato di un sistema di monitoraggio a distanza. 
La procedura di rimozione di LRI è prevista nei casi di:

  • Termine della carica della batteria, che in genere dura circa 3 anni
  • Rilevazione di aritmie significative per dare la possibilità al paziente di procedere all’iter terapeutico indicato (es: impianto di pacemaker e/o defibrillatore, ablazione transcatetere di aritmie cardiache, etc)