Aritmologia in Campania

Elettrostimolazione Cardiaca

Valutazione diagnostica e stratificazione non invasiva del rischio aritmico

Numerosi sono gli esami strumentali non invasivi che permettono di valutare il grado di vulnerabilità aritmica di pazienti con cardiopatia ischemica, specie postinfartuale. Alcuni di questi sono in uso ormai da molto tempo; altri stanno entrando solo di recente nella pratica clinica:

  • Test da sforzo cardiopolmonare (VO2 max)
  • ECG ad alta risoluzione (potenziali tardivi del QRS)
  • Alternanza dell’onda T (TWA)
  • Heart Rate Variability (HRV)
  • Dispersione del QT (QTd)
  • Sensibilità barorecettoriale (SBR)
  • ECG Holter (TV non sostenute)