Aritmologia in Campania

?

Tachicardia parossistica sopra ventricolare

Gentile dottore,
mia figlia è stata operata due volte di ablazione e nessuno
dei due interventi sono riusciti, lei prende due compresse al giorno di
almarytm da 100 e in lista per la terza ablazione ha anche il ventricolo
sinistro leggermente dilatato.
Io non so più cosa fare, pensate sia il caso di effettuare un’altra
ablazione? Deve continuare con la cura?

La ringrazio in anticipo

Scrivi un commento

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

  • Icon User
    Antonio De Simone

    Gentile signore,
    da quel poco che è possibile intuire dalla sua mail si deduce che sua figlia ha una tachicardia probabilmente atriale, persistente, già trattata con insuccesso nel corso di 2 precedenti ablazioni transcatetere.
    Bisognerebbe conoscere però la diagnosi esatta per capire natura e sede del meccanismo che sostiene la tachicardia.
    In ogni caso una frequenza ventricolare costantemente alta è causa di una dilatazione del ventricolo sinistro (quadro clinico noto come tachimiocardiopatia ) che finirà per incidere sulla futura qualità di vita di sua figlia. per questo è certamente importante intervenire per ripristinare il ritmo sinusale. Inoltre,nel caso in cui sua figlia dovesse avere una tachicardia atriale complessa, le consiglio di rivolgersi a centri aritmologici altamente specializzati e dotati di sistemi di mappaggio tridimensionale, in grado di migliorare le percentuali di successo.