Aritmologia in Campania

?

Possibile lesione flogistica polmonare in portatore di ICD

Salve sono un collega (psichiatra) campano, vorrei porti un quesito di
interesse personale:
Mio padre è portatore di ICD da diversi anni per cardiopatia ischemica e
disturbi del ritmo, questa estate è stato sottoposto a cistectomia
radicale per neoplasia infiltrante alla vescica (senza interessamento
linfonodale e metastasi). Nel decorso post-operatorio ha avuto a distanza
di alcuni giorni due episodi importanti di tachicardia ventricolare che
hanno determinato l’attivazione del dispositivo (come avvertito dal
paziente e poi documentato dalla lettura del ICD).
Nel gennaio e marzo di quest’anno nel follow up di controllo mediante TC total body si evidenziato alla TC torace una "tenue e sfumata densità parenchimale di circa 14 mm nella parte anteriore del lobo sup. sinistro polmonare.
La domanda era questa: oltre a possibili ipotesi neoplastiche, se tale lesione possa essere stata determinata dagli episodi di attivazione dell’ICD o comunque legata al dispositivo in questione, data l’assenza di altri segni clinici (febbre tosse etc) e strumentali (assenza di altri addensamenti o
linfoadenopatie) che possano riferirsi a diagnosi neoplastica.

Scrivi un commento

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

  • Icon User
    Antonio De Simone

    Dalla descrizione del caso clinico mi orienterei per uno stretto followup volto ad una eventuale metastasi tumorale (praticare eventuale agoaspirato).
    Escluderei comunque che tale lesione è correlata con l’intervento del defibrillatore.