Aritmologia in Campania

Casi clinici ed elettrocardiografici

Casi Clinici

La sindrome di Wolff-Parkinson-White

Dr. Antonio De Simone
Casa di Cura «San Michele» Maddaloni CE

La sindrome di Wolff-Parkinson-White è una malattia in cui è presente, sin dalla nascita, una via accessoria tra gli atri e i ventricoli.

La maggior parte manifesta palpitazioni e alcuni debolezza o respiro affannoso.
• L’elettrocardiogramma serve a porre la diagnosi.
• Generalmente, gli episodi possono essere risolti con manovre volte a
stimolare il nervo vago, che rallenta la frequenza cardiaca.
Tale sindrome è la più comune tra i vari disturbi che interessano una via elettrica extra (accessoria) tra gli atri e i ventricoli. Questo percorso supplementare rende più probabile la comparsa di aritmie.
Seppur congenita, la sindrome di Wolff-Parkinson-White causa aritmie che, solitamente, si manifestano durante l’adolescenza o nei giovani adulti. Tuttavia, le aritmie possono verificarsi durante il primo anno di vita o dopo i 60 anni d’età.

scarica il documento