Aritmologia in Campania

?

Fibrillazione atriale parossistica sintomatica

Salve, sono un paziente di 58 anni che è soggetto ormai da circa quattro mesi a fibrillazione atriale parossistica sintomatica con episodi sempre più frequenti. Sono andato al pronto soccorso dell’ospedale Vallo della Lucania due volte: il 03-03-2019 e il 08-03-2019 (ha allegato referto P.S.), gli episodi di insorgenza F.A. sintomatica venivano all’improvviso e se ne andavano all’improvviso.

Attualmente sono diventati più frequenti nonostante una terapia prescritta dal cardiologo, di fatti prendo:mattina a digiuno, un’ora prima FLEIDERINA 100mg a rilascio prolungato, un’ora dopo NOLITERAX 10 mg/2,5 mg, XARELTO 20mg (da tre mesi) alle 14:00.

Chiedo cortesemente un consiglio e un indirizzo terapeutico per la soluzione del mio stato di salute.

Image  Assunta Iuliano
Assunta Iuliano

Il trattamento terapeutico indicato nei pazienti con fibrillazione atriale parossistica sintomatica ed in cui è dimostrata l’inefficacia del trattamento farmacologico antiaritmico (nel Suo caso, flecainide) è l’ablazione transcatetere della fibrillazione atriale.
Pertanto può rivolgersi al Suo cardiologo clinico che Le saprà dare ulteriori informazioni ed indirizzarLa ad un centro di elettrofisiologia ad alto volume di procedure ablative per fibrillazione atriale.

Scrivi un commento

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

    Non ci sono commenti all'articolo.