Aritmologia in Campania

Casi clinici ed elettrocardiografici

Casi Clinici

Dislocazione di elettrocateteri Vdx a vite con stimolazione muscolare

Clinica Montevergine Mercogliano

Il primo caso è quello di una donna di 60 anni portatrice di pace-maker DDDR impiantato per malattia del nodo seno atriale. Ad un mese dall’impianto la paziente richiedeva un controllo urgente per comparsa ,senza una causa correlabile,di improvvisa di stimolazione diaframmatica sx mal tollerata. Al controllo telemetrico del dispositivo si evidenziava assenza di cattura e basso sensing ventricolare con impedenze nella norma. Al controllo scopico era chiara la dislocazione dell’elettrocatetere sulla cupola diaframmatica sx (Figura 1).
Veniva eseguita quindi la revisione in controllo ecocardiografico ed in standbay chirurgico che si completava senza complicanze, riposizionando,questa volta, l’elettrocatetere a livello settale (Figura 2).
Il secondo caso si riferisce ad una dislocazione di un elettrocatetere Vdx a vite direttamente nella tasca chirurgica del pace-maker (Figura 3) scoperto in quanto al controllo periodico si evidenziava stimolazione continua del muscolo piccolo pettorale senza cattura e sensing del ventricolo destro, anche in questo caso con impedenze normali .