Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la raccolta di dati statistici in forma aggregata e la visualizzazione di contenuti multimediali provenienti da altri siti web. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta la consulta la cookie policy, continuando a navigare, scrollando la pagina o cliccando su un qualsiasi elemento acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Acconsento

Aritmologia in Campania


Warning: Illegal string offset 'email' in /web/htdocs/www.aritmologiaincampania.it/home/squelettes/formulaires/ecrire_auteur.php on line 20

Fai una domanda al medico


Fai una domanda
?

Domanda: Come si deve comportare il paziente portatore di defibrillatore dopo che ha avuto uno shock? - 06.04.2015

Il defibrillatore è programmato per monitorare continuamente il Suo ritmo cardiaco. In caso di insorgenza di un’aritmia ventricolare veloce, il dispositivo erogherà uno shock di energia elevata per interrompere l’aritmia e riportare il cuore al ritmo normale. In genere i pazienti descrivono lo shock come un improvviso “pugno nel torace”; la sensazione per quanto spiacevole è pertanto brevissima. Alcuni pazienti possono accusare un malessere solo per qualche minuto dopo lo shock. Non è necessario cercare immediatamente l’aiuto di un medico se dopo uno shock non si avvertono disturbi.