Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la raccolta di dati statistici in forma aggregata e la visualizzazione di contenuti multimediali provenienti da altri siti web. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta la consulta la cookie policy, continuando a navigare, scrollando la pagina o cliccando su un qualsiasi elemento acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Acconsento

Aritmologia in Campania

Effettua l'accesso
Elettrostimolazione Cardiaca

Il defibrillatore sottocutaneo

Il defibrillatore sottocutaneo S-ICD

Il Defibrillatore Sottocutaneo (S-ICD), a differenza dei tradizionali defibrillatori con elettrodi endocavitari, non richiede l’inserzione di elettrodi all’interno del cuore, difatti il dispositivo è inserito sotto la cute in regione ascellare e l’elettrodo da defibrillazione decorre sempre nel sottocute in parasternale. Il defibrillatore sottocutaneo non espone pertanto il paziente ai rischi derivanti dall’inserzione di elettrocateteri attraverso il sistema venoso fino alle camere cardiache.

I pazienti in cui NON è indicato l’ impianto del defibrillatore sottocutaneo sono quelli in cui alla necessità di terapia antitachicardica si associa la necessità di stimolare il cuore per bradicardia(l’elettrodo a sede parasternale non ha funzione di pacing, salvo per qualche minuto dopo una terapia antitachicardia erogata).

Il sistema sottocutaneo