Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la raccolta di dati statistici in forma aggregata e la visualizzazione di contenuti multimediali provenienti da altri siti web. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta la consulta la cookie policy, continuando a navigare, scrollando la pagina o cliccando su un qualsiasi elemento acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Acconsento

Aritmologia in Campania

Effettua l'accesso

Fibrillazione Atriale tra novità ed incertezze

Casa di Cura San Michele

Cari amici
Il mondo del trattamento della fibrillazione atriale ha conosciuto
negli ultimi anni delle importanti novita’. In particolare l’avvento di
farmaci anticoagulanti orali diretti hanno messo in discussione la
supremazia dei farmaci dicumarolici per la prevenzione del rischio
ischemico cerebrale.
Se i dati degli studi clinici sull’uso dei NAO hanno dimostrato una
superiorita’ o comunque una non inferiorita’ rispetto ai
dicumarolici, i dati del real life ne hanno confermato l’efficacia?
Sara’ interessante scoprirlo nel corso delle relazioni, cosi’ come
sara’ importante scoprire se esistano differenze fra le complicanze
osservabili con i dicumarolici o con i NAO e sulle diverse modalità
di gestione delle stesse: insomma sono vere le paure su una
maggiore pericolosità dei NAO?
Passando poi al capitolo della cardioversione elettrica
commenteremo i primi dati che autorizzano l’uso dei NAO nella
preparazione alla Cardioversione elettrica cosi’ come si
valuteranno le differenze fra NAO e dicumarolici nella gestione
perioperatoria di procedure come l’ablazione transcatetere e/o
l’impianto di dispositivi impiantabili.
Sono sicuro che i relatori ed i moderatori sapranno sapientemente
affrontare gli argomenti congressuali , portando molti spunti alla
discussione.

Buon lavoro a tutti

Dr. Antonio De Simone

Download - Programma dell’eventoTorna alla lista di eventi di Novembre 2016