Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la raccolta di dati statistici in forma aggregata e la visualizzazione di contenuti multimediali provenienti da altri siti web. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta la consulta la cookie policy, continuando a navigare, scrollando la pagina o cliccando su un qualsiasi elemento acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Acconsento

Aritmologia in Campania


Warning: Illegal string offset 'email' in /web/htdocs/www.aritmologiaincampania.it/home/squelettes/formulaires/ecrire_auteur.php on line 20

Fai una domanda al medico


Fai una domanda
?

E’ possibile fare attività sportiva? - 07.10.2011

Caro dottore,
già ho avuto modo di constatare la sua bontà e la sua
professionalità. Dopo alcune visite mediche mi è stato riscontrato : gli atri
dilatati, ventricolo sinistro leggermente dilatato, frequenti battiti, prematuri
ventricolari 76 monomorfi ed isolati, sporatici battiti (5/hr) con la
caratteristica della parasistolia ventricolare, soffro di tpsv,
tachicardia parossistica e fibrillazione atriale dal 2004 e faccio sempre
sport (camminata veloce) ultimamente ho avuto molte exstrasistole perchè non
ho fatto sport per due mesi, ma appena ho iniziato a riprendere a fare sport si sono tolti
la domanda è la seguente: posso continuare a fare questo tipo di attività sportiva?

Grazie per la sua disponibilita

Scrivi un commento

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

  • Icon User
    Antonio De Simone

    Carissimo/a,
    in risposta alla sua domanda devo farLe presente che mancano molte informazioni per poter dare una risposta definitiva.

    In particolare non è dato sapere quanti anni ha e non è nota la sua condizione generale.
    Probabilmente le sue extrasistoli ventricolari non dovrebbero destare preoccupazioni, tuttavia il fatto di avere un ventricolo leggeremente dilatato debbono suggerire prudenza.
    Le consiglio per iniziare di sottoporsi ad un elettrocardiogramma da sforzo. Sarebbe poi opportuno approfondire la questione della tachicardia parossistica e/o della fibrillazione atriale per capire se sia il caso di sottoporla ad una terapia farmacologica o ablativa.
    cordiali saluti