Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per funzionalità quali la raccolta di dati statistici in forma aggregata e la visualizzazione di contenuti multimediali provenienti da altri siti web. Se non acconsenti all'utilizzo dei cookie di terze parti, alcune di queste funzionalità potrebbero essere non disponibili. Per maggiori informazioni consulta la consulta la cookie policy, continuando a navigare, scrollando la pagina o cliccando su un qualsiasi elemento acconsentirai all’utilizzo dei cookie.

Acconsento

Aritmologia in Campania


Warning: Illegal string offset 'email' in /web/htdocs/www.aritmologiaincampania.it/home/squelettes/formulaires/ecrire_auteur.php on line 20

Fai una domanda al medico


Fai una domanda
?

Bradicardia da Sport

Gentile dottore sono una donna di 40 anni Sono stata una campionessa di nuoto.Da sempre sono bradicardica, senza avere mai registrato alcun problema cardiaco e circolatorio. Da alcuni anni i miei allenamenti si sono assolutamente diradati, due alla settimana e a volte solo uno, diciamo che mi tengo in buona forma fisica. Secondo Lei devo preoccuparmi per la bradicardia, credo genetica?

Grazie, Francesca

Scrivi un commento

Questo forum è moderato a priori: il tuo contributo apparirà solo dopo essere stato approvato da un amministratore del sito.

Commenti

  • Icon User
    Michele Della Porta

    La bradicardia indotta da esercizio fisico è l’espressione del grado di allenamento dell’atleta. Infatti più il cuore è capace di performance “di pompa” meno battiti saranno necessari nell’unità di tempo per tenerci vivi o per permetterci di fare attività fisica. Possiamo paragonare il muscolo cardiaco al bicipite del nuotatore dopo una vita di sana attività fisica, con il diradarsi degli allenamenti , la massa muscolare tende a decrementare ma la struttura fisico -muscolare comunque rimane. Allo stesso modo la frequenza cardiaca allenamento-indotta tende a riposizionarsi verso un range più da “sedentario” ma in realtà la frequenza tende a rimanere sempre più bassa della normalità della popolazione.
    Quindi se siamo degli atleti o lo siamo stati non dobbiamo preoccuparci della bradicardia, anzi dobbiamo sperare che rimanga il più possibile……….
    Spero di avere soddisfatto la tua domanda e ti saluto.